Contenuto principale

J. S. Bach come compagno di scuola. Il Classico Musicale impegnato in una nuova sfida

DIMENSIONE TESTO

All’inizio del terzo anno di attività il corso Musicale del Classico Bodoni ha già un invidiabile primato: la vittoria di due edizioni consecutive del premio nazionale istituito dal Teatro Regio di Torino. Il fulcro del lavoro di quest’anno sarà il compositore per eccellenza: J.S. Bach.

“Una scelta di qualità! – spiega il Docente di Cultura musicale Diego Ponzo – Le classi hanno lavorato lo scorso anno su Vivaldi, compositore che condivide con Haendel e il genio di Lipsia il trono del barocco musicale. Ora è necessario coinvolgere gli studenti su un terreno nuovo, quello della storiografia e analisi musicale più raffinata, operazione che si avvale della presenza a Saluzzo del più grande esperto italiano, e tra i massimi mondiali, di Bach: il musicologo Alberto Basso.”
Dunque al via il “Progetto BACH”, che si articola in diverse attività: ascolto analitico guidato di composizioni, visita all’Istituto dei Beni Musicali del Piemonte, sede della biblioteca del musicologo ora donata alla città di Saluzzo, e un incontro con Alberto Basso. “Il progetto sarà coronato da un concerto del violinista Paolo Bernardo offerto alla cittadinanza, nella sede della Croce Nera – afferma con soddisfazione il Dirigente scolastico Lorenzo Rubini – Saranno eseguite diverse composizioni solistiche di Bach, tra cui la celeberrima Ciaccona!”. Per l’accesso al concerto, data la limitata capienza della sala, sarà necessario prenotarsi presso la segreteria del Liceo (0175/43431).

N.B. Nella foto, da sx verso dx: Giacomo Fornari, Lorenzo Rubini, Alberto Fassone, Diego Ponzo, Alberto Basso, "nella Sala Musica del Bodoni".

DR
Ufficio Stampa
Liceo Bodoni - Saluzzo