Contenuto principale

LICEO SCIENTIFICO DELLE SCIENZE APPLICATE

DIMENSIONE TESTO

 


Sei domande sul  LICEO  SCIENTIFICO DELLE SCIENZE APPLICATE G.B. BODONI di Saluzzo

 

  1. Qual è l'attuale valenza dei Licei?
  2. Perché una  sezione  scientifica di SCIENZE APPLICATE ?
  3. Quali sono gli obiettivi del corso di scienze applicate?
  4. Quali sono le principali caratteristiche del biennio e del triennio delle scienze applicate?
  5. Qual è il programma di informatica e di scienze naturali nel corso di scienze applicate?
  6. Al Liceo "Bodoni" si svolgono attività extracurricolari? Quali sono le più significative?

 

 

1. Qual è l'attuale valenza dei Licei?

I licei si presentano come una scuola discretamente omogenea per il profitto potenziale degli studenti (la media in entrata è un “distinto-buono”), la loro provenienza sociale e l’equilibrio maschi-femmine, leggermente a favore di queste ultime. 

Comunque sia, la scelta dei licei rimane impegnativa. Non tanto per il rigore e l'impegno richiesto nello studio (comune ormai ad altri tipi di scuola), quanto per la sua caratteristica originaria di formare "teste pensanti", duttili ai vari saperi, elastiche ai vari linguaggi e in linea con le esigenze del mondo moderno sia in campo scientifico che in quello scienze applicate.

Recentemente il liceo nelle sue varie articolazioni presenti nel territorio (classico, scientifico e scienze applicate) ha cambiato programmi e strategie aprendo, per esempio, indirizzi che rafforzano notevolmente la matematica , le scienze e  l’informatica.

Il liceo offre sicuramente una preparazione di spessore, in grado di offrire gli strumenti per entrare in qualsiasi campo del sapere, sia nella produzione letteraria sia in  quella scientifica o addirittura tecnologica. Senza trovarsi spiazzati, anzi possedendo tutti i mezzi necessari per fronteggiare le situazioni. Ormai sono le aziende che hanno già fatto il primo passo, mostrando un certo interesse verso gli studenti del liceo. Sostengono infatti che questi ragazzi sono dotati di una buona apertura mentale e di notevoli capacità di adattamento e di apprendimento.

La risposta degli studenti alle "avances" degli imprenditori sembra al momento ancora debole, probabilmente suscita scarso interesse nei diplomati perché si tratta di una scuola finalizzata a studi universitari . Ci sono fra i licei realtà comunque particolari: realtà che agiscono con discreti margini di autonomia sul territorio per quanto riguarda aspetti didattici e prospettive professionali. Attualmente, sembra che il 70 per cento degli studenti universitari provenienti dai licei riescano a laurearsi e meno del 30 per cento, non più in vena di  laurea, ripieghi su un'attività di lavoro, su una media nazionale inferiore ai  20 laureati su cento iscritti al primo anno.

 

^Inizio pagina^

 

 

2. Perché una  sezione  scientifica di SCIENZE APPLICATE ?

Al Liceo "Bodoni" il Liceo delle scienze applicate  è stato introdotto per offrire una formazione in cui sono collegati teoria e laboratorio, conoscenza e sperimentazione. Ciò è stato reso possibile dalla dotazione dei laboratori attrezzati di cui la Scuola dispone e dalla copresenza di due docenti (uno teorico e un altro tecnico pratico) per l’insegnamento di Chimica, di Fisica e di Informatica in Laboratorio: particolarmente nell'ultimo quinquennio, infatti, il "Bodoni" ha puntato molto sull'aggiornamento scienze applicate per offrire agli alunni un bagaglio di conoscenze, capacità e competenze più efficace nei percorsi di studio universitario o direttamente nelle varie professionalità lavorative.

In particolare, al "Bodoni" si è tenuto conto anche di altri aspetti:

-          il percorso formativo di questo, come degli altri due indirizzi, è stato riorganizzato in termini di saperi e competenze, derivati dagli attuali programmi, allo scopo di ridurne la consistenza oraria sia nel biennio che nel triennio, in modo da non superare le 27/30 ore settimanali;

-          la necessità di potenziare la valenza delle materie umanistiche nel Biennio, in cui queste ultime sono meno rappresentate;

-          l’Informatica affianca con ore di compresenza l'insegnamento della Matematica;

-          lo studio della Geografia è svolto insieme a quello di Scienze della Terra, al fine di cogliere il rapporto esistente in questa disciplina tra gli aspetti antropico-economici e quelli scientifici;

-          attraverso il metodo delle aree di progetto, vengono realizzati percorsi didattici in cui gli alunni sono posti di fronte a compiti ’reali’, allo scopo di fare acquisire conoscenze, valori e comportamenti relativi a tematiche di educazione ambientale (nell'ultimo triennio sono state portate avanti attività in collaborazione con l' "Ente Parco del Po").

 ^Inizio pagina^

 

 

3. Quali sono gli obiettivi del corso di scienze applicate?

L'intero corso di studi è mirato a far acquisire allo studente:

-          una solida preparazione generale (scientifica, storico-filosofica, giuridico-economica, linguistica) di livello liceale, capace di avviare i diplomati ad affrontare con consapevolezza una formazione universitaria nei settori più moderni del sapere;

-          un’articolata cultura scientifica teorica;

-          competenze informatiche, intese come strumento di sviluppo del rigore logico;

-          una consapevolezza critica dei processi di interazione fra le due culture, quella scientifica e quella umanistica;

-          una formazione in cui sono collegati teoria e laboratorio, conoscenza e sperimentazione, grazie alla dotazione di laboratori e alla copresenza di due insegnanti nelle discipline scientifiche

 ^Inizio pagina^

 

 

4. Quali sono le principali caratteristiche del biennio e del triennio delle scienze applicate?

Nel BIENNIO il percorso didattico:

-          mira a fare apprendere modalità diverse di studio;

-       prevede il potenziamento delle abilità di base e del metodo del studio (scrittura; lettura; metodo; logica) attraverso attività di recupero e/o potenziamento a livello di singole discipline, sia in orario curricolare che extracurricolare;

-          abitua ad un apprendimento integrato delle materie scientifiche;

-          fornisce competenze operative attraverso un uso attivo, e non solo dimostrativo, dei laboratori, favorendo l’apprendimento attraverso operazioni concrete;

-          abitua all’uso sistematico del laboratorio ed alla verifica sperimentale di processi e di conoscenze, in particolare nelle discipline di Laboratorio di Fisica e Chimica (da 3 a 5 ore settimanali ) e di Matematica  (5 ore, di cui 1 h di Laboratorio di  Informatica);

-          grazie all’introduzione dello studio dell’informatica ( due ore settimanali a partire dal primo anno) offre la possibilità di ottenere la patente europea del computer in  apposite sessioni di esame durante l’orario di lezione

-          Nel TRIENNIO il percorso didattico è caratterizzato:

-          dal proseguimento dello studio delle discipline scientifiche (Fisica e laboratorio, Chimica e laboratorio, Biologia) sia a livello teorico sia attraverso l’uso sistematico del laboratorio;

-          dallo studio dell’Informatica, che da un lato fornisce competenze specifiche e operative, dall’altro diventa strumento “nobile” di sviluppo del rigore logico, in ciò sostituendo le proprietà formative del Latino.

ORARIO DI INSEGNAMENTO

LICEO SCIENTIFICO  INDIRIZZO SCIENZE APPLICATE

MATERIE

 1  Sc.ap.

2  Sc.ap.

3  Sc.ap.

4  Sc.ap.

5  Sc.ap.

Lingua e letteratura italiana

4

4

4

4

4

Lingua Straniera 1

3

3

3

3

3

Storia e Geografia

3

3

 

 

 

Storia

 

 

2

2

2

Filosofia

 

 

2

2

2

Matematica

5

4

4

4

4

Informatica

2

2

2

2

2

Fisica

2

2

3

3

3

Scienze Naturali

3

4

5

5

5

Disegno e Storia dell’arte

2

2

2

2

2

Scienze motorie e sportive

2

2

2

2

2

Religione Cattolica o Attiv. Alternat.

1

1

1

1

1

Numero ore complessivo

27

27

30

30

30

 ^Inizio pagina^

 

 

5. Qual è il programma di informatica e di scienze naturali nel corso di scienze applicate?

 

INFORMATICA

PROFILO GENERALE E COMPETENZE

Al termine del percorso liceale lo studente padroneggia i più comuni strumenti software per il calcolo, la ricerca e la comunicazione in rete, la comunicazione multimediale, l'acquisizione e l'organizzazione dei dati, applicandoli in una vasta gamma di situazioni, ma soprattutto nell'indagine scientifica, e scegliendo di volta in volta lo strumento più adatto. Ha una sufficiente padronanza di uno o più linguaggi per sviluppare applicazioni semplici, ma significative, di calcolo in ambito scientifico. Scopo fondamentale dell’informatica è il Problem Solving inteso come la capacità di utilizzare efficacemente le tecnologie dell'Informazione nella risoluzione dei problemi.

OBIETTIVI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO

PRIMO BIENNIO

Nel primo biennio sono usati i programmi più comuni del computer insieme ai concetti di base ad essi connessi.

Lo studente e introdotto ai principi alla base dei linguaggi di programmazione e gli sono illustrate le principali tipologie di linguaggi e il concetto di algoritmo.

SECONDO BIENNIO

Nel secondo biennio sarà possibile disegnare un percorso all'interno delle seguenti tematiche: strumenti avanzati di produzione dei documenti elettronici, progettazione web; introduzione al modello relazionale dei dati, ai linguaggi di interrogazione e manipolazione dei dati; implementazione di un linguaggio di programmazione, metodologie di programmazione, sintassi di un linguaggio orientato agli oggetti.

QUINTO ANNO

Sono studiati i principali algoritmi del calcolo numerico, introdotti i principi teorici della computazione e affrontate le tematiche relative alle reti di computer, ai protocolli di rete, alla struttura di internet e dei servizi di rete.

 

SCIENZE NATURALI

PROFILO GENERALE E COMPETENZE

Al termine del percorso liceale lo studente dovrà possedere le conoscenze disciplinari e le metodologie tipiche delle scienze della Terra, della chimica e della biologia facendo riferimento alla dimensione di «osservazione e sperimentazione».

Il laboratorio è uno dei momenti più significativi in cui essa si esprime, in quanto circostanza privilegiata del “fare scienza” attraverso l’organizzazione e l’esecuzione di attività sperimentali, che possono comunque utilmente svolgersi anche in classe o sul campo.

Nel liceo scientifico -opzione scienze applicate il monte ore annuale previsto consente un’attività di laboratorio sistematica e un’ampia serie di approfondimenti di carattere disciplinare e multidisciplinare, scientifico e tecnologico.

OBIETTIVI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO

PRIMO BIENNIO

Scienze della Terra: litosfera, idrosfera, atmosfera, terremoti, vulcani, studio della Terra come pianeta all’interno del sistema solare (moti e loro conseguenze, Sole, Luna ecc.).

Biologia: la cellula e le diverse forme con cui essa si manifesta usando le tecniche sperimentali di base in campo biologico e l’osservazione microscopica.

Chimica: l’osservazione e descrizione di fenomeni e di reazioni semplici (il loro riconoscimento e la loro rappresentazione).

SECONDO BIENNIO

Biologia: natura e struttura del DNA, sua azione nella sintesi delle proteine e la forma e le funzioni della vita vegetale e animale e i sistemi del corpo umano, trattando le funzioni metaboliche di base, le strutture e le funzioni della vita di relazione, la riproduzione e lo sviluppo.

Chimica: la classificazione dei principali composti inorganici e la relativa nomenclatura. Trasformazioni chimiche e i fondamenti degli aspetti termodinamici e cinetici, insieme agli equilibri, anche in soluzione, all’elettrochimica e alla chimica organica di base.

QUINTO ANNO

Nel quinto anno il percorso di chimica e quello di biologia si intrecciano nella biochimica, relativamente alla struttura e alla funzione di molecole di interesse biologico, ponendo l’accento sui processi biologici/biochimici nelle situazioni della vita contemporanea e approfondendo i temi legati all’ingegneria genetica e alle sue applicazioni. Si svolgeranno inoltre approfondimenti su temi legati all’ecologia, alle risorse, alle fonti energetiche e alla sostenibilità ambientale, ai materiali avanzati e innovativi e alle relative tecnologie, tra quelli relativi alle scienze della Terra (ad esempio la tettonica globale), tra quelli di astronomia e cosmologia (origine dell’Universo, ciclo di vita delle stelle e origine degli elementi chimici ecc.) o su altri temi, legati ai contenuti disciplinari svolti anche negli anni precedenti.

 ^Inizio pagina^

 

6. Al Liceo "Bodoni" si svolgono attività extracurricolari? Quali sono le più significative?

 

A Scuola con il musical

Attività di laboratorio teatrale e musicale (danza, coro e orchestra), consistenti nell’allestimento di uno spettacolo natalizio, nella produzione di un musical di fine anno scolastico e nello scambio di spettacoli con altre scuole.

Al cinema e al teatro con la Scuola

Attività autofinanziate dagli studenti e consistenti, per quanto riguarda il cinema,  nel partecipare alla rassegna “Cinema di qualità” e, per quanto concerne il teatro, nella partecipazione alla stagione del Teatro Stabile di Torino mediante la sottoscrizione di abbonamenti.

Certificazioni Lingua Straniera

Attivazione, da parte dei docenti di Lingue straniere della Scuola, di corsi propedeutici al conseguimento delle certificazioni delle abilità in lingua inglese o francese (P.E.T., F.C.E., D.E.L.F.), rilasciate dagli Enti a ciò preposti.

ECDL

Attivazione dei corsi propedeutici al conseguimento dell’E.C.D.L. (patente europea del computer rilasciata dall’A.I.C.A.) e svolgimento degli esami nella sede del Liceo.

Scambi culturali

Disponibilità all'attivazione di scambi di classi con Istituti scolastici superiori facenti parte dell’Unione Europea.

CIC

Attivazione del C.I.C. (Centro di Informazione e Consulenza), cioè di un centro di ascolto per le problematiche inerenti al disagio giovanile, gestito da una consulente psicologa interna.

Orientamento Scuole medie

Informazioni agli allievi delle scuole medie sul funzionamento e sui programmi delle sezioni in cui si articola il “Bodoni”, con proposta alle scolaresche delle terze medie di esercitazioni nei laboratori di scienze-chimica, fisica e informatica-robotica.

Orientamento universitario

Progetto articolato nelle seguenti attività:
Incontro con ex studenti del Liceo, ora universitari o già inseriti nel mondo del lavoro;
Partecipazione ai saloni dell'orientamento delle Facoltà universitarie del territorio;
Corso di preparazione e svolgimento del pre-test del Politecnico di Torino;
Universitest, corsi intensivi di preparazione e conseguente simulazione dei test di selezione per le Facoltà a numero chiuso (Medicina, Veterinaria, ecc.).

Sicuri per le strade

Organizzazione di corsi di educazione stradale

Corso di scacchi

Il corso accompagna i partecipanti dai primi rudimenti alle tecniche avanzate di gioco, per lo sviluppo formalizzato delle facoltà logiche e in vista della partecipazione ai Campionati Giovanili Studenteschi nazionali.