Contenuto principale

“LUPU ULULÀ E CASTELLU ULULÌ!”. SI PUÒ FARE!

DIMENSIONE TESTO

Messa in scena di “Frankenstein Junior”, spettacolo teatrale organizzato
dai laboratori di teatro e musica del Liceo Bodoni di Saluzzo

Mi chiamo Paola, frequento il primo anno del Liceo “Bodoni” di Saluzzo e sono iscritta allo Scientifico sezione Scienze Applicate.
Lunedì 23 aprile, nei locali del Teatro Magda Olivero, è andato in scena l’annuale spettacolo (in una rappresentazione mattutina e una serale), organizzato dai docenti dei corsi di Teatro (Luisa Donalisio e Francesco Testa), Coro ed Orchestra (Flavio Fraire) del Liceo. Quest’anno è stato scelto un riadattamento di Frankenstein Junior, pellicola cinematografica del regista Mel Brooks girata nel 1974, basata sul celeberrimo romanzo di Mary Shelley.

Il film narra la storia del dottor Frederick Frankenstein, docente universitario statunitense. Egli viene a sapere di aver ereditato il castello del barone Viktor von Frankenstein, suo nonno, da lui disprezzato a causa degli esperimenti condotti dal barone sulla rianimazione dei tessuti morti. Frankenstein – il quale preferisce rinnegare i suoi legami di parentela e, quindi, dice di chiamarsi “Frankensteen” – si reca in Transilvania, per riscattare l’eredità. Qui incontra Igor e Inga, i suoi assistenti di laboratorio. Il protagonista, attratto dai misteri celati nel castello, si trattiene nella dimora, scoprendo i segreti del barone. Frankenstein ora è più risoluto che mai nel portare a termine ciò che lo atterriva: vuole infondere la vita nella Creatura, ripercorrendo i passi di suo nonno.
L’opera mostra, attraverso una buona dose di umorismo, l’idea del “diverso” che incute timore nell’uomo e nella società.
A mio avviso, la parodia proposta è molto particolare: essa nasconde dietro la comicità della commedia, percepita da tutti, diversi significati, come il teatro stesso. Per me, studentessa del corso di recitazione, teatro non è imparare a memoria le battute e recitarle davanti ad un pubblico; teatro è rispettare i propri compagni, aiutarsi a vicenda sul palco, organizzare i propri spazi, dare espressività a ciò che si dice – rimodellando le parole, a volte, fornendo a quello che si rappresenta qualcosa di se stessi – tenere conto dei tempi (comici, nel caso dello spettacolo organizzato quest’anno) e molto altro. Il teatro è un’arte che tempra lo spirito e lo aiuta a maturare attraverso i suoi molteplici insegnamenti, che possono essere vissuti soprattutto “dietro le quinte”.

I nomi:
ATTORI: Flavia Anton IV K e Alice Viale 2^E di Saluzzo, Asya Mei Cu Lau IV K di Polonghera, Nicolò Becchero II Classico - Arianna Caggiati e Virginia Casetta I Classico di Villafranca P.te, Debora Beltramone I Classico - Gabriella Greco IV K - Pietro Putetto V K di Barge, Caterina Craveri I Classico di Verzuolo, Mihails Teplovs 1^C (autore della Locandina) - Stefano Tallone 1^D - Paola D'Agostino e Giada Salusso 1^F - Giorgio Mattio 2^B - Stefano Rebufatti VK - Francesco Risso 3^E di Manta, Birgit Dante 1^A di Revello, Elisa Dovetta 2^E e Harry Rosso VK di Piasco, Alessandra Meineri 1^A di Lagnasco, Laura Paglietta 3^B di Saluzzo, Giacomo Picca 3^C di Paesana, Maria Giorgia Piovano 1^C di Moretta, Alessia Prenjasi 2^C di Venasca, Francesco Prioli I Classico di Cavour.
TECNICI: Adam Nazih 1^D di Cardè, Emanuele Marchesi 1^C di Casalgrasso.
CORO: Karina Laura Bailo e Giulia Borretta 2^E di Saluzzo, Pietro Castagno 1^D - Giulia Bastia 4^D - Sara Ghione II Classico di Barge, Lara Bruno 3^B di Bagnolo Piemonte, Michela Roasio 3^E di Villafalletto, Francesca Barra 1^A e Lucia Curti I Classico di Paesana, Marta Costamagna II Classico di Revello.
MUSICI: Andrea Bonansea (fisarmonica) 2^B di Sanfront, Giulia Borretta (violino) - Alice Viale (flauto) 2^E e Alessandro Dafarra (violoncello) IV Ginnasio di Saluzzo, Francesco Frencia (clarinetto) 4^B di Revello, Pierpaolo Marconetto (fisarmonica) 1^D di Barge, Francesco Risso (chitarra) 3^E di Manta, Alessia Suriano (violoncello) 4^D di Busca.
PRESENTATORI: Davide Mogna di Verzuolo e Lorenzo Rebufatti di Manta II Classico.

Paola D’Agostino
I^F
Liceo Bodoni – Saluzzo